concorso jpg

 

COMUNICATO STAMPA/Trento,  30 dicembre 2016

OGGETTO: CONTESTAZIONE CONCORSO PAT PER FUNZIONARI UNDER 32

Facendo seguito ai comunicati stampa diramati nella giornata del 29 dicembre 2016 con i quali la giunta autonomista Rossi ha annunciato l’indizione nel 2017 di una selezione concorsuale per funzionari pubblici rigorosamente sotto i 32 anni di età, il Sindacato Delsa intende denunciare quanto segue.

L’apposizione di un limite di età (nello specifico si parla di soli 32 anni)  nell’ambito di una  procedura concorsuale volta alla ricerca di personale da impiegare nella pubblica amministrazione è senza mezzi termini: illegittima, illogica e discriminatoria.

Facciamo presente che secondo l’art. 3, comma sesto, della legge 15 maggio 1997, n. 127 “la partecipazione ai concorsi indetti da pubbliche amministrazioni non è soggetta a limiti di età…” ). Numerosissime sono, a tal proposito, le sentenze emesse dal Consiglio di stato, dalla Corte Costituzionale e dalla Corte Europea.

Forse l’amministrazione Rossi ignora, o ritiene di poter disapplicare l’art. 3 della COSTITUZIONE, l’ art. 14 CEDU ( convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo), nonché  il divieto di discriminazione per età contenuto nelle direttive 2000/43/CE  e 2000/78/CE?

Per queste norme, evidentemente imperative anche sul territorio trentino, sono previste delle eccezioni solo per i concorsi nelle forze dell’ordine per evidenti ragioni  “connesse alla natura del servizio o ad oggettive necessità dell’amministrazione”. 

A questo punto o il governatore sta pensando di “militarizzare” il sistema pubblico trentino o, più verosimilmente, questa giunta con evidente arroganza, opera pensando di avere tra le mani una sorta di “stato nello stato”, completamente avulso dal contesto legislativo nazionale ed europeo che, lo si ricorda per qualche distratto amministratore, è ancora uno stato di diritto fortunatamente.

Eppure questa “geniale” trovata proposta del presidente Ugo Rossi,  punta proprio, citando il comunicato stampa della Provincia, allo “svecchiamento” della macchina amministrativa provinciale ed è stata al centro di una decisione assunta nell’ultima riunione di  Giunta di quest’anno.

Ma cosa dovrebbero dire i centinaia di potenziali candidati che seppur perfettamente rispondenti ai profili richiesti in virtù dei loro percorsi di laurea, si vedono ora negata la possibilità di concorrere ad un posto in PAT per supposto limite di età? Ciò naturalmente, dopo aver atteso invano per anni che la stessa Provincia indicesse una procedura di selezione! Può davvero un trentaquattrenne o un quarantacinquenne essere ritenuto troppo “vecchio” per spendere la propria professionalità nelle stanze della PAT?

Tutto ciò assomiglia davvero ad una presa in giro, di cattivo gusto si intende.

Sindacato Delsa annuncia pertanto che intende contestare tale limite di selezione poiché anti costituzionale e avulso dalle norme costituzionali, dalle direttive europee e dalle leggi nazionali applicative delle medesime. Lo faremo in concomitanza della nascita per il 2017 di una nuova branca del nostra Organizzazione : DELSA CONS che mira a tutelare i consumatori e in generale tutti i cittadini direttamente e indirettamente interessati al rispetto dei trattati dell’ U.E., a cui tutti, Rossi compreso, devono sottostare.

 

Segreteria Delsa