Blog

6Ago, 15

parlamento

05/08/2015

AMMINISTRATIVO » Riforma Pubblica Amministrazione

La riforma della P.A. è legge: ecco le novità

L’Assemblea del Senato, con 145 voti favorevoli e 97 contrari, ha approvato definitivamente il ddl 1577-B recante deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. Si attende ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

a cura della Redazione Pluris

Il Senato ha approvato definitivamente il ddl n. 1577-B, recante Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. Ora la norma deve essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Ecco le principali novità:

– Delega al Governo con la finalità di garantire il diritto di accesso dei cittadini e delle imprese ai dati e ai servizi di loro interesse in modalità digitale;

– Delega per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi;

– Introduzione nel procedimento amministrativo del nuovo istituto del silenzio assenso tra amministrazioni pubbliche esteso anche ai gestori di beni e servizi pubblici e alle amministrazioni preposte alla tutela dell’ambiente, dei beni culturali e della salute dei cittadini;

– Regolamento di delegificazione per la semplificazione e accelerazione dei procedimenti amministrativi relativi a insediamenti produttivi rilevanti e opere di interesse generale;

– Delega per l’individuazione dei procedimenti oggetto di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) o di silenzio assenso;

– Modifiche al procedimento amministrativo in materia di esercizio dei poteri di autotutela da parte delle pubbliche amministrazioni;

– Delega per riformare la disciplina della pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni;

– Delega al Governo per la riorganizzazione dell’amministrazione statale, in particolare per il riordino delle funzioni di polizia ambientale con la conseguente riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato;

– Modifica alla disciplina del Consiglio dell’Ordine al merito della Repubblica italiana;

– Delega per la riforma dell’organizzazione, delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio;

– Delega al Governo la revisione della disciplina in materia di dirigenza pubblica e di valutazione dei rendimenti degli uffici: realizzazione di tre ruoli unici in cui sono ricompresi i dirigenti dello Stato (esclusi magistrati, avvocati, personale militare e delle Forze di polizia di Stato, personale della carriera diplomatica e della carriera prefettizia, professori e ricercatori universitari), i dirigenti regionali e i dirigenti degli enti locali;

– Introduzione di disposizioni relative a incarichi direttivi presso l’Avvocatura dello Stato;

– Nuove norme per favorire e promuovere la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche;

– Nuovo procedimento disciplinare del personale militare;

– Principi per l’adozione di tre testi unici nei settori seguenti: lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche; servizi pubblici locali di interesse economico generale;

– Delega per il riordino e la ridefinizione della disciplina processuale delle diverse tipologie di contenzioso davanti alla Corte dei conti.

No Comments

Sorry no comment yet.

Leave a Reply