Blog

26Set, 15

In Trentino 300 insegnanti discriminati: interrogazione parlamentare per chiedere giustizia

In Provincia di Trento è in atto una discriminazione nei confronti degli insegnanti con diploma magistrale conseguito prima del 2002. Il Presidente Rossi ha scelto deliberatamente di escludere questi docenti dalle graduatorie permanenti della scuola primaria e dell’infanzia, andando contro alle disposizioni nazionali e lasciando senza lavoro docenti con esperienza e anni di insegnamento alle spalle». Contro l’esclusione dalle graduatorie permanenti della provincia di Trento dei diplomati magistrali ante 2002 e degli abilitati con procedure PAS e TFA, il deputato e portavoce M5S Riccardo Fraccaro ha depositato ieri un’interrogazione alla Camera, per sapere quali iniziative la Ministra dell’Istruzione Giannini intenda assumere per uniformare il riconoscimento dei titoli abilitanti e rimediare a questa ingiustizia sociale.

«Il 29 luglio scorso – spiega Fraccaro – è stata pubblicata una graduatoria provinciale con una quarta fascia aggiuntiva, riservata ai soli laureati in scienze della formazione primaria. Dalla graduatoria sono stati esclusi i diplomati magistrali ante 2002, nonostante il Consiglio di Stato abbia riconosciuto il loro diritto a essere iscritti e a poter assumere contratti a tempo determinato e indeterminato, e tutti i docenti abilitati con procedure PAS e TFA. Stiamo parlando di circa 300 persone, che dopo anni di supplenza e insegnamento vengono scavalcati da laureati senza esperienza. Il presidente Rossi non può andare contro una sentenza dello Stato. Ora gli insegnanti hanno presentato ricorso al TAR e sono in attesa di conoscere l’esito. In caso di sentenza positiva le nomine sarebbero tutte da rifare, con grave danno alla stabilità del sistema scolastico appena avviato».

No Comments

Sorry no comment yet.

Leave a Reply