COMUNICATO STAMPA  / Trento,  28 novembre 2015

Sindacato Autonomo Trentino DELSA rende noto di aver firmato stamane alle ore 9:30 presso la sede ANTES, GILDA di Trento un nuovo patto sindacale che prevede la confederazione a livello provinciale tra le sigle di GILDA, ANTES, SNADIR e DELSA.

L’accordo federale prevede che i sindacati siano riuniti in un’ unica sigla FGU, in capo alla quale saranno unificate tutte le tessere, in modo da garantire, in vista del prossimo calcolo della rappresentatività di dicembre, l’accesso concreto al tavolo della contrattazione.

Gli equilibri del mondo sindacale trentino potrebbero dunque notevolmente cambiare, “così come gli umori di certi dirigenti provinciali fin troppo abituati a firmare accordi con i sindacati rappresentativi nel segreto delle loro stanze e all’oscuro di tutti quei docenti che poi a settembre ne devono pagare lo scotto” dichiara Mauro Pericolo, presidente di DELSA e promotore del nuovo accordo, il quale racconta di aver riscontrato stima ed interesse da parte delle altre sigle, che evidentemente riconoscono a Delsa il grande merito di aver saputo riconquistare la fiducia di una platea, quella di buona parte dei docenti trentini, fin troppo disillusa e diffidente.  

“Difficile crederlo, ma DELSA poco più di un anno fa era solo un semplice comitato di docenti precari ( il MAGIST.02) che, vista la latitanza decennale di parte dei sindacati rappresentativi, decise di avviare dei ricorsi contro la P.A.T. dopo essersi guadagnato l’attenzione e la fiducia di molti insegnanti a suon di assemblee aperte e iniziative concrete di lotta sindacale”.

Sono i numeri stessi a parlare del successo raggiunto : più di 400 tessere raccolte in poco più di un anno tra le Province di Trento e Bolzano; consulenza sindacale praticamente 24 ore su 24, numerosi ricorsi in stile class-action contro l’amministrazione (talvolta finanziati direttamente dal sindacato) portando di fronte al giudice le rimostranze di centinaia di docenti, manifestazioni di piazza ed una costante attività di sensibilizzazione sull’opinione pubblica in tema di scuola e precariato.

“Questo è ciò che abbiamo costruito con la determinazione di chi combatte per un ideale, non per la sedia” è il duro commento di Pericolo che non nasconde la propria soddisfazione per un accordo che garantisce a ciascuna sigla piena autonomia sindacale e di manovra  pur restando nell’ambito di una confederazione.

“I rappresentanti al tavolo della contrattazione saranno sempre calcolati  in proporzione alle tessere portate da ciascun sindacato, preservando quindi merito ed effettiva rappresentatività.

Inoltre, non possiamo negare che il confronto con altri sindacati, che da anni operano in Provincia, possa essere fruttuoso per noi. Riunire il forte slancio idealista ed europeista di DELSA,  a sigle di calibro NAZIONALE come  GILDA ANTES E SNADIR portatrici di notevole esperienza alle spalle,  significa un salto di qualità enorme: non solo la possibilità concreta di battere il pugno al tavolo della contrattazione vigilando fattivamente sugli accordi siglati,  ma anche il riconoscimento di poter dialogare con l’amministrazione e il resto del mondo sindacale a pieno titolo. Insomma, un’ opportunità di crescita e confronto che i nostri tesserati aspettavano con ansia. Siamo davvero felici di dare ai docenti che hanno riposto fiducia in noi questa bella notizia di Natale. Centrare un obiettivo così importante ad un solo anno dalla nostra nascita è un sogno che si realizza”.

Segreteria Delsa